Progettazione Partecipata

 

  • Il paesaggio dei nuovi comuni dell'Emilia-Romagna: una nuova ottica di partecipazione con bambini e ragazzi

  • Regione Emilia-Romagna 2011

  • Il progetto si propone di sperimentare forme di partecipazione di bambini e ragazzi ad attività dedicate alla scoperta del paesaggio e alla pianificazione del territorio regionale. Obiettivo di questo lavoro è studiare le peculiarità e le criticità del territorio, le opportunità che la pianificazione urbanistica offre ai ragazzi, affinchè possano sperimentare innovative prassi di partecipazione in relazione alle proprie esigenze. In conformità alle indicazioni fornite dalla Convezione europea del paesaggio e alla Legge Regionale sulla tutela e l’uso del territorio (L.R. 20/2000), il paesaggio non può più essere inteso come “panorama” ma deve essere considerato “ambiente di vita” in cui tutti i cittadini riconoscono la propria storia e partecipano al proprio futuro. La tutela attiva del paesaggio è un progetto molto ambizioso poiché non comprende solo azioni protezionistiche ma vede il coinvolgimento di tutta la comunità. Le azioni intraprese mirano a diffondere una nuova cultura dello sviluppo, la sostenibilità ed il coinvolgimento di tutte le forze locali. Il progetto intrapreso vuole: - Sviluppare la capacità e l’abitudine di bambini e ragazzi a confrontarsi fra di loro e con gli adulti, misurandosi sulle principali questioni dell’abitare; - Organizzare laboratori di progettazione partecipata con i bambini sul tema del paesaggio, considerato, per lo specifico carattere del luogo, elemento centrale della pianificazione e valore fondante del territorio; - Consolidare un confronto democratico ed intergenerazionale fra alunni, docenti ed amministratori che possa gettare le basi per future esperienze di partecipazione di bambini e ragazzi (ad esempio, un futuro Consiglio dei ragazzi).

  • Area

    progettazione partecipata

  • Convenzione_Europea_Paesaggio_2000.pdf   LR_20_2000.pdf  
  • Un progetto fuori dal comune. Castelfranco Emilia

  • Comune di Castelfranco Emilia (MO) 2011

  • Il progetto prevede l'elaborazione di un percorso metodologico volto a far esprimere elementi di autoidentità e il punto di vista di cittadini e cittadine sulle emergenze (problemi) da superare e sulle risorse (luoghi, attività, connessioni, ecc.) da salvaguardare, con particolare riferimento alle esigenze di “valorizzazione del centro storico”. Camina intende promuovere azioni di indagine: •centrate sul noto, sul quotidiano e sul concreto: il qui e ora come oggetto d’analisi; la lettura della vita quotidiana come risorsa; i corpi che vivono, hanno intenzioni, si muovono, agiscono nello spazio urbano, in tempi e orari precisi e modi specifici… come criterio; •attente alla differenza di genere e alle diversità (di età, di contesti di vita e di appartenenza socio-culturale…); •orientate alla complessità, a una visione della realtà che considera centrali le persone, attenta perciò alla molteplicità dei punti di vista, degli interessi particolari… punto di partenza da temperare, facendo riferimento alla comunità, all’attenzione nel confronto degli “altri” e al rispetto per le generazioni che abiteranno in futuro la città.

  • Area

    progettazione partecipata

Data di creazione della pagina: 2011-05-04 10:46:36
Data di modifica della pagina: 01-06-2011