Laboratori e Ricerca

 

  • Le idee dei bambini e delle bambine di Mordano

  • 2004

  • Progettazione partecipata per il Parco della cava Il Comune di Mordano (Bo) ha in corso un intervento di recupero e riutilizzo dell'ex cava di argilla della Laterizi Wienerberger Brunori, situata nei pressi dell'abitato di Bubano, al fine di realizzare un'area verde di riequilibrio ecologico, proponendosi con ciò il potenziamento della funzione ecologica di quest'area e la creazione di uno spazio per il tempo libero e le manifestazioni pubbliche, fruibile anche a scopo didattico. Il Centro Camina vi ha collaborato realizzando un laboratorio di progettazione partecipata con alcune classi delle Scuola elementare di Bubano, per accogliere ed inserire nella progettazione le esigenze e le attese delle bambine e dei bambini futuri fruitori e per progettare insieme a loro iniziative di comunicazione rivolte a tutti gli abitanti. L'intervento è stato preparato insieme alle insegnanti e agli operatori del comune, coi quali si sono concordate le tappe del progetto, e si è sviluppato sia attraverso le attività di facilitazione curate da Camina, sia attraverso attività concordate con i docenti e da loro gestite direttamente in orario scolastico. Il laboratorio ha coinvolto la seconda classe e la quarta elementare, in un percorso di sei incontri per ogni classe, sviluppatosi da gennaio a maggio 2003. Si è cominciato con un incontro di conoscenza e di avvicinamento al tema progettuale e si è effettuata una visita al Parco Tozzoni per realizzare un'esperienza di vita e gioco nell'ambiente, utile per focalizzare le idee sull'ambiente, sul piacere di giocare nel verde, sull'avventura e l'esplorazione… e per "cominciare" a costruire coi bambini un linguaggio condiviso su questi temi. Si sono quindi realizzati incontri di analisi e proposta insieme ai bambini, dopo aver visitato l'area interessata dal progetto. Gli scolari delle due classi coinvolte hanno esplorato innanzitutto il loro desiderio di vita all'aria aperta, di ambiente e di avventura; hanno analizzato le possibilità di gioco e stilato una carta delle qualità di un buon posto per giocare l'avventura; hanno esplicitato, discusso e precisato le loro proposte nell'arco di un percorso che ha visto bambine e bambini impegnati a comprendere i loro desideri e a trovare parole ed altri mezzi espressivi per formularli. Durante il percorso sono state coinvolte altre classi, intervistate persone adulte (compresi amministratori del Comune e progettisti) per conoscerne l'opinione, ma anche per incrementare conoscenze e valutare la fattibilità delle loro idee. Bambini e bambine hanno poi formulato proposte condivise e fattibili, decidendo forme e modi per comunicarle agli altri abitanti del paese... Il prodotto finale è costituito da mappe, disegni, collage e testi che descrivono idee e proposte argomentate, che nel corso di un apposito incontro sono state "consegnate" al Sindaco, agli assessori e ai tecnici incaricati del progetto esecutivo, che le hanno accolte in larga parte. A conclusione di questa fase del lavoro la scuola e il comune hanno organizzato una mostra nell'ambito della Festa della primavera di Mordano, nel cui ambito sono state presentate anche le proposte del laboratorio realizzato, in parallelo, con gli adulti.

  • Area

    progettazione partecipata

Data di creazione della pagina: 2011-02-18 10:14:35
Data di modifica della pagina: 01-06-2011